HOME    ACOMAG    ATTIVITA'    ASSOCIATI    MERCEOLOGIA    ETICA    GELATO    LINK    NEWS

Sede Legale:

c/o EUROSTUDIO

Viale Piave 28

20129 Milano

Tel. 02.72016318

Fax. 02.76318324

patrizia.guido@libero.it

C.F. 97107100154

Sede Operativa:

Dalle 09:00 alle 12:00

Lu-Ma-Mer-Gio-Ve

Sig.ra Claudia Bacis

Via Boschetti, 51

24050 Grassobbio

Tel.  +39.035.4522358

Fax. +39.035.3843821

acomag@acomag.it

e-mail ad ACOMAG

Etica

Affettuosamente e orgogliosamente viene chiamato il comparto del “Gelato Italiano”. In realtà parliamo di una articolata, straordinaria e completa filiera di attività produttive che non ha rivali in nessun altro paese del mondo. Un esempio splendido del miglior ”Made in Italy”. ACOMAG, Associazione Nazionale Costruttori Macchine Arredamenti Attrezzature per Gelato, raggruppa e rappresenta i principali produttori italiani. L’Associazione non ha scopo di lucro, ma ha l’impegno prioritario di promuovere e sviluppare il mercato del gelato di qualità, sia in Italia che all’estero.
Le aziende associate ad ACOMAG agiscono sempre nel pieno rispetto di un’etica di correttezza commerciale che prevede:

  • Un comportamento confacente alla concorrenza leale
  • Documentazioni commerciali e pubblicità veritiere
  • Condizioni di vendita chiare e trasparenti
  • Un sistema efficacemente organizzato di assistenza tecnica pre e post-vendita
  • Una pronta esecuzione delle condizioni di garanzia convenute

I prodotti di progettazione, di tecnologia e di fabbricazione italiana delle aziende associate ad ACOMAG rappresentano lo stato dell’arte e soddisfano le direttive internazionali per :

  • Le approvazioni
  • Le indicazioni delle modalità d’uso
  • La sicurezza sul lavoro
  • L’igiene e la salute delle persone
  • La riciclabilità dei componenti
  • Il rispetto dell’ambiente

Tutte le macchine, vetrine, arredamenti ed attrezzature realizzate in conformità alle normative, permettono di preparare, conservare e somministrare, in tutta sicurezza, delizie per il palato dei consumatori di tutte le età.

......................................................................................................................................